Serve assistenza?
0686208066

 Serve assistenza?
0686208066

Variazione del tasso di interesse e delle sanzioni per i contributi previdenziali e assistenziali

Il nuovo corso verso la stabilità economica nel 2023

Premessa:

La Banca Centrale Europea ha deciso di aumentare il tasso di interesse sulle operazioni di rifinanziamento principali dell'Eurosistema, con effetto dal 2 agosto 2023. Ciò influisce sulla misura dell'interesse di dilazione e di differimento per i contributi previdenziali e assistenziali e sulle sanzioni civili previste dalla legge.

Interesse di dilazione e di differimento

Aumento del tasso di interesse:

La Banca Centrale Europea ha innalzato di 25 punti base il tasso di interesse sulle operazioni di rifinanziamento principali dell'Eurosistema, portandolo al 4,25%. Questo aumento avrà un impatto negativo sui cittadini che richiedono dilazioni o differimenti nel pagamento dei contributi previdenziali e assistenziali.

L'interesse di dilazione per la regolarizzazione rateale dei debiti sarà pari al 10,25% annuo, e l'interesse dovuto in caso di autorizzazione al differimento del termine di versamento dei contributi sarà anch'esso calcolato al tasso del 10,25% annuo. Ciò significa che il cittadino dovrà pagare una somma maggiore a causa dell'interesse elevato, rendendo più oneroso il pagamento dei debiti.

Sanzioni civili

Le sanzioni civili per il mancato o ritardato pagamento dei contributi o premi sono state aumentate a causa dell'innalzamento del tasso di interesse. La sanzione civile è ora pari al 9,75% in ragione d'anno (tasso del 4,25% maggiorato di 5,5 punti).

Questa misura trova applicazione anche per le situazioni di pagamento tardivo che sono state denunciate spontaneamente entro dodici mesi dalla scadenza di legge e per i casi di mancato o ritardato pagamento dovuti a incertezze giuridiche o amministrative.

La sanzione civile non può superare il 40% dell'importo dei contributi o premi non corrisposti entro la scadenza di legge. Queste sanzioni possono pesare pesantemente sul bilancio dei cittadini, specialmente se l'importo dei contributi è significativo.

Sanzioni ridotte in caso di Procedure Concorsuali

Nel caso di procedure concorsuali, le sanzioni ridotte saranno calcolate in base al Tasso Ufficiale di Riferimento (TUR), che è ora il tasso di interesse sulle operazioni di rifinanziamento principali dell'Eurosistema. Per evasione, la sanzione sarà il TUR aumentato di due punti. La riduzione delle sanzioni è subordinata al pagamento integrale dei contributi e delle spese, e il limite massimo di riduzione è il tasso legale, mentre il limite minimo sarà l'interesse legale maggiorato di due punti.

Conclusione: 

In generale, le maggiori criticità per il cittadino derivano dalla combinazione dell'aumento del tasso di interesse e delle sanzioni civili, che possono rendere il pagamento dei contributi previdenziali e assistenziali più oneroso e gravare pesantemente sul bilancio dei cittadini, soprattutto in caso di difficoltà finanziarie o situazioni di procedure concorsuali.

Possibili soluzioni  

Con la cessione del quinto stipendio o pensione, potresti avere la possibilità di estinguere il tuo debito con l'Agenzia delle Entrate in maniera veloce e con tassi di interesse inferiori rispetto ad altre forme di prestito. La cessione del quinto è una forma di finanziamento particolarmente adatta per coloro che hanno la necessità di ottenere un prestito per saldare i propri debiti o per far fronte a spese improvvise.

Ecco perché con MondoPrestiti  la cessione del quinto potrebbe essere una soluzione molto vantaggiosa:

  1. Tasso di interesse inferiore: Poiché il rimborso avviene tramite trattenute dirette dallo stipendio o dalla pensione, i rischi per gli istituti finanziari sono ridotti. Questo permette di offrire tassi di interesse più bassi rispetto ad altre forme di prestito, come ad esempio i prestiti personali non garantiti.
  2. Facilità di accesso: La cessione del quinto non richiede particolari garanzie, a parte la cessione di una quota del proprio stipendio o pensione. Ciò rende più semplice ottenere l'approvazione per il prestito, anche per coloro che potrebbero avere difficoltà a ottenere altri tipi di finanziamenti a causa di una storia creditizia negativa.
  3. Velocità nell'ottenimento del prestito: Poiché la cessione del quinto prevede un rimborso automatico tramite la busta paga o l'assegno pensionistico, la pratica bancaria risulta più rapida e semplice. Questo potrebbe permetterti di ottenere il prestito in tempi più brevi rispetto ad altre forme di finanziamento.
  4. Pianificazione del rimborso: Con la cessione del quinto, il rimborso viene effettuato con trattenute fisse dallo stipendio o dalla pensione per un periodo definito. Questo ti aiuta a pianificare il rimborso in modo chiaro e preciso, senza rischiare di accumulare ulteriori debiti o di ritardare i pagamenti.